L’ultima settimana di settembre

11,00

Titolo: L’ultima settimana di settembre
Autore: Lorenzo Licalzi
Editore: Rizzoli
Genere: narrativa
Pagine: 300
Prezzo: 11,00€
Questo libro è la risposta alla richiesta che spesso mi sento fare: un libro che mi faccia tornare la voglia di leggere, che si faccia leggere dall’inizio alla fine.
Un libro bello.
La storia non è particolarmente “intricata” e forse a qualcuno potrebbe sembrare un romanzo banale, ma sa far commuovere e divertire allo stesso tempo e fino all’ultima pagina riserva vere sorprese.
Inizia con sincere risate, perché Pietro è un personaggio che, nel suo essere così antipatico, finisce per risultare involontariamente divertente; ma preso la vena comica  lascia spazio ad una serie di eventi inaspettati che faranno precipitare la situazione in un vortice di inattese scoperte.
Per me è in assoluto tra i libri del cuore!

Descrizione

Pietro Rinaldi ha ottant’anni e vuole essere lasciato in pace. Ormai è convinto che la sua vita sia arrivata al capolinea e, mentre mangia penne all’arrabbiata, riflette su quanto i libri siano meglio delle persone. Se già fatica a sopportare se stesso, figuriamoci gli altri! Non ha proprio intenzione di avere a che fare con l’umanità… fino a quando, un giorno, nel suo mondo irrompe Diego, il nipote quindicenne. Lui ha l’entusiasmo degli adolescenti e la forza di chi non si lascia abbattere dagli eventi, neanche da quelli più terribili, e non ha paura di zittire i malumori del nonno. Da Genova partono in direzione di Roma, a bordo di una Citroën DS Pallas decapottabile su cui sembra di volare. Sul sedile posteriore c’è Sid, l’enorme incrocio tra un San Bernardo e un Terranova – vera e propria calamità. Ed è così che un viaggio di sola andata si trasforma in un’avventura on the road, piena di deviazioni e ripensamenti, vecchi amori e nuove gioie. Perché è proprio quando credi di aver visto tutto che scopri quanto la vita riesca ancora a sorprenderti. “l’ultima settimana di settembre” è il racconto esilarante e commovente del viaggio di un nonno e un nipote alla ricerca di se stessi. È una storia che, senza giri di parole, scava nei sentimenti più profondi e ci porta di fronte alle emozioni più vere, quelle che richiedono una buona dose di coraggio per essere affrontate ma rimangono impresse indelebili dentro di noi.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “L’ultima settimana di settembre”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *